Lapo Elkann prosciolto o quasi!

Oggi mi concedo una piccola digressione nel mondo del gossip d’attualità.
Circa un mesetto fa, alla 74esima edizione della “Mostra del Cinema di Venezia”, il noto imprenditore Lapo Elkann ha fatto la sua comparsa sul red carpet dell’evento dedicato al “Franca Sozzani Award” indossando quelle che secondo i giornalisti presenti, erano un paio di BALLERINE.

Apriti cielo, un can-can mediatico di proporzioni inaudite con giudizi, sarcasmo, illazioni e sviolinate ha preso il vita: “Lapo usa scarpe da donna “ – “Stravagante” – “Originale come sempre “ sono solo alcuni dei commenti sbrodolati da ogni dove.

Peccato che nessuno degli addetti ai lavori, dei presunti giornalisti, non si sia fatto la domanda più ovvia e naturale che c’è: “Come mai Lapo Elkann indossa questo tipo di calzatura?”.

Non ci vuole un Pulizer per una domanda così ovvia, sarebbe bastata la voglia di distinguersi dal marasma dei tanti articoletti apparsi e voler svolgere una piccola funzione di informazione culturale.

LAPO ELKANN potrà avere quelli che molti giudicano difetti ma, lasciatemelo dire, SI SA VESTIRE! Certo con uno stile totalmente differente da quello del nonno, però le regole del ben vestire le conosce e spesso, si diverte ad infrangerle ed è qui, allora, che qualche critica gliela si poteva muovere.

Prima però un doveroso cenno alle tanto commentate scarpe.

Questo tipo di calzatura viene denominato Pumps, Court Shoes o Opera Shoes.

Secondo lo scrittore di stile Bernhard Roetzel è l’unica calzatura indicata per il tight e l’abito da sera. Scarpa antica, progenitrice della più famosa pump femminile: la décolleté, risale al ‘500 ed è un must se si pratica il ballo da sala ed è adatta ad essere indossata anche con lo smoking.

Qui possiamo vederne un’illustre esempio

Visto che criticare Lapo Elkann, sembra sia uno sport, allora facciamolo con cognizione di causa:

il suo non è uno smoking che rispetti le regole al 100% perché non ha il papillon, i pantaloni non hanno la banda sul lato e, per di più, non dovrebbero avere il risvolto. Sul colore, al giorno d’oggi, pare abbastanza superfluo disquisire, le regole son diventate decisamente più “lasche” e poi era estate, quindi i colori chiari son ammessi. Un ulteriore regola che, forse, ha trasgredito? Lo smoking non andrebbe mai indossato prima delle 18 ma non ho modo di verificare l’ora dello scatto.

Tornando alle calzature, eccone un esempio classicissimo, un po’ più accollato.

Quindi, cari amanti del mondo scarpe che state leggendo, se queste piccole nozioni non vi fossero state note, ora avete un argomento in più per distinguervi e per stupire i praticanti del qualunquismo e delle “chiacchere da bar”.